lunedì 5 giugno 2017

Benefici sui postumi di un ictus con la riflessologia plantare cinese




Luisa, neo riflessologa del mio corso presso la Scuola Due Cieli, inizia a praticare il metodo per migliorare la situazione di benessere dei genitori, una volta terminate le necessarie cure mediche. Mi pone un problema.

<<

Buongiorno Vincenzo
Le scrivo per chiederle un consiglio ed un parere in merito ad un trattamento di riflessologia.

La persona è mio padre, è invalido a seguito di una serie di micro ictus che hanno colpito la parte cognitiva del cervello (12 anni fa): a livello motorio non ha nessuna paresi, è solo un po' lento nel passo, quando si alza o si siede etc.... 
Fa fatica a fare ragionamenti logici immediati e a parlare; prende una serie di medicine.

Nel primo trattamento, fatto mercoledì, ho semplicemente eseguito i preliminari, lo scarico delle acque e i 9 palazzi per due volte su entrambi i piedi (finendo sempre con lo scarico delle acque).

Durante i preliminari sul primo piede, ha patito il solletico nella linea CHONG MAI mentre passavo con la mano a foglia di salice, nonostante non fossi proprio leggera. Nel secondo piede non mi ha dato lo stesso riscontro.

Sempre nei preliminari, stavolta in entrambi i piedi, ha accusato dolore quando ho premuto nelle cavità sopra e sotto i malleoli e sul tendine d'Achille (parte alta della schiena).
Gli ho fatto eseguire alcune respirazioni diaframmatiche per scaricare il dolore (ma non ho insistito troppo).
Nei 9 palazzi su entrambi i piedi ha provato fastidio nel punto 9; poi, solo sul piede destro, sui punti 4 e 6.

Vorrei fare un lavoro continuativo dato che lo rivedrò lunedì, ma mi chiedevo come agire visto che ha grossi problemi di salute.



Farei questo:

> siccome i punti "critici" sono il punto 9 e le cavità sopra e sotto i malleoli, ho pensato di intervenire con il massaggio per i reni (sistema Soi) che lo aiuta a scaricare le urine, a sgonfiare le gambe.

Ha problemi al sistema linfatico: infatti ha le caviglie gonfie, beve pochissima acqua e fa pochissima pipì.

Sono indecisa perché è vero che questo massaggio è anche per i disturbi circolatori, ma lui prendendo il Cumadin ha già il sangue molto liquido. Tra l'altro non mi ha dato nessun riscontro con lo scarico delle acque.

> Ho pensato anche di intervenire con la Terra quindi con il massaggio per lo stomaco (visto che mi ha dato riscontro nei 9 palazzi), ma in realtà non vorrei inibire l'Acqua perché già così non circola.

Cosa mi consiglia di fare?

grazie, Luisa

>>

Ecco la mia risposta.

Buongiorno Luisa

Il problema circolatorio-linfatico è anche la conseguenza di una dieta errata, povera di fibre e ricca di latticini e carni (sopratutto rosse), salumi ecc. che addensa il sangue e gli impedisce di circolare in modo corretto.

Per questo sono ricorsi al farmaco: devono portare il sangue da una viscosità molto densa a una meno densa. Tuttavia il medicinale ha delle controindicazioni piuttosto gravi, come appunto la perdita della memoria cellulare del nostro corpo sulla circolazione dei liquidi.

Non ricevendo più gli stimoli per espellere i liquidi, con il trattamento noi dobbiamo intervenire per aiutarlo a riacquistare questa memoria.

Sia ben chiaro che il parere del medico è essenziale e in questo momento necessario.



Il consiglio

1) Diamo a suo padre un graduale recupero della memoria cellulare e una vitalità mentale più presente.
Il punto KIN unisce entrambe le nostre esigenze: lavora sul cuore e sulla mente. Inizi da questo punto per alcune sedute.

2) Dato che nel trattamento dello “scarico delle acque” non ha ottenuto dei risultati, provi con il punto HAN nel trattare i liquidi.
Esegua sempre lo scarico delle acque in tutti i trattamenti.

3) Il punto che lei ha trattato CHONG MAI va bene ma lo sospenderei: vediamo come si evolve dopo aver trattato quelli indicati sopra.

Sospenda il trattamento sul  Monte KUAN LUN e il punto “18” dei preliminari.

Ricordo che nella Riflessologia Plantare Cinese si trattano tutti e due i piedi, come ha potuto riscontrare i due piedi reagiscono in modo diverso.

Il trattamento

Inizi solo con il punto uno per un po di sedute, vediamo la reazione e decideremo sul da farsi in futuro.

Mi tenga aggiornato, il caso non è dei più semplici ma vedremo di risolvere almeno in parte il problema.

Vincenzo




Nei giorni successivi...

<<
Buonasera Vincenzo,
ieri ho trattato mio padre e, come da sua indicazione, ho sospeso la colonna e la cervicale nei preliminari; ho trattato il il punto KIN per 15 minuti, lui ha sopportato di più rispetto a lunedì e si è persino appisolato.

Questa volta ho notato due cose:

1) in entrambi i piedi sul punto KIN, dopo qualche minuto, ho sentito calore: come se durante le pressioni uscisse del calore dalla pianta;

2) solo nel piede destro sul punto KIN ho sentito "scattare" qualcosa che sembrava un nervetto, ma visto che non accusava né dolore né fastidio ho continuato premendo con forza, anche perché - ripeto - si è appisolato.

Questo era per darle un aggiornamento.

>>

#riflessologiabenessere

Vincenzo CESALE
チェサレ - ヴィンチェ ンゾ
www.kyudoiaidoqigong.it

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto! Aggiungi il tuo commento e condividi.