giovedì 8 marzo 2018

Come la riflessologia plantare supporta le Arti Marziali




Molto spesso le discipline naturali e le arti marziali vengono viste come arti contrapposte ed incompatibili. Tuttavia questa concezione è frammentaria, in quanto nella visione orientale l’essere umano è un tutto senza divisioni.

Per esempio, nella medicina cinese https://www.duecieli.it/medicina-cinese-modo-diverso-vedere-vita/1618 si impara il concetto di energia femminile (Yin) e maschile (Yang): alle volte questo equilibrio viene a mancare.

In aggiunta, nella nostra storia di vita l’ereditarietà trasmessa dagli avi predispone alcuni atteggiamenti che non sono bilanciati.

In tutte queste circostanze, spesso l’aggiustamento attraverso la pratica marziale, viene trascurato o non considerato a sufficienza.

Ma le arti marziali https://www.duecieli.it/iaido-torino-superare-la-timidezza stesse, se non sono vissute come completezza dell’essere umano, sviluppano ed evidenziano molte lacune e mancanze: non sempre sono portate dalla poca conoscenza della tecnica, ma molte volte proprio dall’eredità comportamentale trasmessa nella disciplina.


Corso di Riflessologia Plantare per lo sport e le Arti Marziali.

 
Se vuoi diventare un praticante completo: visita la pagina. https://www.duecieli.it/riflessologia-plantare-cinese

Riequilibrare le lacune che emergono nella pratica delle arti marziali: la Riflessologia Plantare cinese
Gli squilibri della persona possono essere armonizzati attraverso la medicina cinese, che viene applicata materialmente attraverso la riflessologia plantare: questa tecnica ci dà l’opportunità di agire velocemente e correggere gli scompensi nella persona.

Un individuo in equilibrio riesce a praticare le arti marziali in modo più completo e fluido, in quanto le sue energie sono focalizzate.

Infatti, anticamente l’arte marziale (soprattutto in Cina) non era mai interpretata esclusivamente come combattimento, ma anche come forma di crescita personale ed autoguarigione. https://www.duecieli.it/il-chi-arte-marziale/1881






Le applicazioni della riflessologia nelle arti marziali: un esempio
Tra le mappe riflessologiche, una in particolare si riferisce agli aspetti planetari che possono riequilibrare proprio lo yin e lo yang.

Questa mappa è riferita a quattro archetipi degli Elementi Naturali.

KIN : riequilibria in caso di chiusura: fisica (respirazione), oppure emotiva (mente emozioni)

KUN : aiuta nel radicamento mentale. E’ utile quando l’atleta è sotto stress per una prestazione importante.

LEI : riequilibria il troppo Yang con il poco Yin e viceversa.

HAN : questo trattamento dona vigore, energia vitale.

Come si può costatare sia nelle arti marziali sia nello sport in genere, la parte emotiva influenza in modo accentuato tutta la preparazione fisica, arrivando addirittura a ridurre del 50% le prestazioni.

Questo vale sia nel mondo dell’agonismo, ma anche nel settore dilettantistico.

Per questo la Medicina cinese, applicata attraverso la riflessologia plantare, rappresenta, soprattutto nelle arti marziali, uno strumento efficace per potenziare le prestazioni e la focalizzazione mentale.

L’aspetto molto positivo è che tutto ciò si raggiunge senza dover ricorrere ai farmaci. 





#determinazioneartigiapponesi

Vincenzo CESALE
チェサレ - ヴィンチェ ンゾ


Sei un praticante esperto di Arti Marziali? Sei un Maestro? Visita la pagina di presentazione sul mio percorso formativo di Riflessologia Plantare. https://www.duecieli.it/riflessologia-plantare-cinese

Nessun commento:

Posta un commento

Benvenuto! Aggiungi il tuo commento e condividi.